• Infermieri ed assistenza domiciliare
  • Corsi di primo soccorso e defibrillatore
  • Assistenza anziani a domicilio
  • Assistenza malati a domicilio
  • Assistenza infermieristica

CORSI DI FORMAZIONE

DM Roma Service propone presso la struttura corsi di formazione di:

  • BLSD
  • PBLSD
  • Manovre di disostruzione pediatriche
  • Primo Soccorso Aziendale più defibrillatore

CORSI DI BLSD, SUPPORTO DELLE FUNZIONALITA’ DI BASE E USO DEL DEFFIBRILATORE

L'Istruttore BLSD organizza i corsi per operatore BLS e BLSD (Adulto, Bambino e Infante) divulgando le Linee Guida delle Società medico scientifiche con la quale la Salvamento Academy è accreditata.

Utilizza obbligatoriamente il materiale didattico e la metodologia prevista dagli Standard e Procedure, rilasciando agli allievi che superano il corso l’attestato al quale apporrà la propria firma. Nel corso verrà spiegato, tramite un modulo teorico seguito da uno pratico con l’utilizzo di manichini di ultima generazioni, come intervenire in un arresto cardiaco e come dare un supporto immediato per non essere un “SEMPLICE TESTIMONE”. Inoltre, verrà insegnato come utilizzare il defibrillatore.

Al termine di ciascun corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione, una libricino con la spiegazione del corso, brevetto in caso di corso BLSD che vi certifica che siete in grado di utilizzare un defibrillatore in caso di necessità e di eseguire un massaggio cardiaco. Si può salvare una vita con un corso di sole 5 ore.

MANOVRE DI DISOSTRUZIONE PEDIATRICHE

Che cos’è?

Il progetto MDPED è un programma di formazione sulle manovre di disostruzione pediatrica (Lattante e bambino) e sulle nozioni di primo soccorso.

A chi è rivolto?

Ai genitori, ai nonni, alle maestre, al personale delle mense, alle baby sitter … a tutte quelle persone che sono a contatto con i bambini.

Chi può partecipare?

Tutti coloro che hanno voglia di imparare e di diffondere questo messaggio salva vita!

Come si svolge il corso?

Il corso prevede due ore di lezione, un’ora di teoria, resa molto dinamica grazie all’utilizza di slide e video dimostrativi e un’ora di pratica sui manichini che proveranno tutti i partecipanti.

Dove si svolge il corso?

Ovunque, dai teatri alle scuole, dai campi sportivi alle aziende l’unica cosa richiesta è che ci siano un minimo di 30 partecipanti.

Sicurezza a tavola

Oltre il 70% degli incidenti fatali che riguardano i bambini sotto i tre anni sono procurati da alimenti, il restante 30%

circa da giochi ed oggetti. Il 42% dei bambini ha un incidente mentre è solo ed ha eluso la sorveglianza di un adulto, il 58% invece ha un incidente grave con un adulto supervisionante che non riconosce il cibo pericoloso e non sa come intervenire. L’assenza di informazione e formazione e quindi di prevenzione primaria e secondaria mantiene purtroppo costante il numero degli incidenti evitabili

Per assenza di “prevenzione primaria” intendiamo la totale incapacità di chiunque viva o lavori accanto ad un bambino di riconoscere gli alimenti killer e renderli inattivi; per assenza di “prevenzione secondaria” invece, intendiamo la mancata conoscenza delle manovre da attuare in caso di soffocamento. Tali manovre possono essere acquisite tramite corsi di primo soccorso pediatrico.

Per la prima volta verranno proiettati alcuni video sul taglio degli alimenti pericolosi come WURSTEL, UVA, OLIVE, CILIEGIE, MOZZARELLA, POMODORINI PACHINO...

Il nostro obiettivo è la promozione della sicurezza a tavola. Non abbiamo la presunzione di insegnare come tagliare a piccoli pezzetti il cibo, operazione di per se assai banale, ma piuttosto evidenziare un problema persistente: anche se raramente il cibo può essere pericoloso. La divulgazione di semplici informazioni, può consentire lo sviluppo della cultura per la prevenzione e la diffusione delle manovre per la risoluzione dell'ostruzione delle vie aeree da alimenti. In Italia quasi un bambino a settimana (soprattutto sotto i quattro anni dove il rischio è maggiore) perde la vita perché l’adulto che gli è vicino NON riconosce il pericolo.

Questa modalità di informazione adottata in altri Paesi come il Canada, ha cominciato a dare i suoi frutti: il numero degli incidenti è diminuito e continua a scendere.

Ecco perché oggi siamo qui con voi: imparare insieme a seguire semplici regole che se applicate, possono ridurre il rischio di soffocamento.

Insieme a voi faremo emergere il bisogno di maggiore attenzione a tavola per ridurre a zero gli incidenti provocati dal NON SAPERE.

Verranno proiettati dei video e mostrate, in diretta a tutte i partecipanti, le manovre necessarie per intervenire in caso di incidente ed ostruzione delle vie aeree di un bambino. Dove arrivano questi messaggi la vita è protetta!!

CORSO DI FORMAZIONE PER ADDETTO AL PRIMO SOCCORS AZIENDALE

Per legge ogni azienda deve garantire la costante presenza di almeno un dipendente formato come addetto al primo soccorso mediante un corso specifico (D.Lgs 81/08 e s.m.i. conforme a D.M. 388/03).

Ciò è indispensabile affinché, in caso di malore o infortunio di lavoratori o altri individui presenti in azienda (come ad esempio i bambini nel caso di una scuola), vi sia sempre qualcuno in grado di prestare le prime cure in attesa dell’intervento del personale sanitario.

Il gruppo Retemedica, avvalendosi di professionisti medici qualificati, offre corsi di formazione per addetti al primo soccorso aderendo al programma ministeriale ed a garanzia della certificazione richiesta per legge.

Quanti addetti al primo soccorso è necessario formare?

Dipende da quanto è grande l’azienda (o scuola). La regola vuole che in qualsiasi caso, per ogni unità produttiva e per ogni turno lavorativo sia sempre presente almeno un addetto al primo soccorso.

Quali sono gli obblighi e i rischi per il datore di lavoro?

E’ il datore di lavoro in prima persona che, sentito il parere del medico competente ove nominato, deve stabilire sulla base del tipo di attività, delle dimensioni dell’azienda, dei fattori di rischio presenti e del numero totale di lavoratori, la quantità di personale da formare come addetto al primo soccorso.

La formazione del personale deve avvenire mediante corsi specifici, che vengano svolti durante l’orario lavorativo ed a spese dell’azienda. Solo nel caso di aziende con meno di 5 dipendenti il datore di lavoro può autonominarsi addetto al primo soccorso e formare se stesso mediante corso ad hoc; ma ciò solo a condizione che sia costantemente presente in azienda.

In caso di inadempienza a suddetti obblighi il datore di lavoro rischia sanzioni dai 3.000 ai 9.000 euro per la mancata nomina dell’addetto al primo soccorso; dai 1.200 ai 5.200 euro o arresto per 2-4 mesi per la mancata formazione dell’addetto al primo soccorso.

Quale tipologia di corso di soccorso devo prevedere nella mia azienda?

Sulla base del D.M. 388/03 le aziende o unità produttive sono classificate in 3 gruppi tenendo conto del tipo di attività, del numero di lavoratori e dei fattori di rischio: A, B o C.

GRUPPO A: corso di formazione 16h - aggiornamento triennale 6h

Aziende con attività industriali, centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari, aziende estrattive, lavori in sotterraneo, fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni.

Aziende con oltre cinque lavoratori riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore 4.

Aziende con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto dell’agricoltura.

GRUPPO B: corso di formazione 12h - aggiornamento triennale 4h

Aziende con 3 o più lavoratori che non rientrino nel gruppo A

GRUPPO C: corso di formazione 12h - aggiornamento triennale 4h

Aziende con meno di 3 lavoratori che non rientrino nel gruppo A. Le scuole appartengono ai gruppi B o C in base al numero di dipendenti.

ASSISTENZA INFERMIERISTICA H24 A DOMICILIO | 378, Via Conca D'Oro - 00141 Roma (RM) - Italia | P.I. 13227331009 | Cell. +39 320 3607902   - Cell. +39 327 2967141 | dmromaservice@hotmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy